L'Apostolato Mondiale di Fatima ha deciso di lanciare una campagna di raccolta fondi in tutto il mondo per sostenere i lavori di restauro del Santuario delle Apparizioni, a Pontevedra, in Spagna. Qui potrete leggere la lettera circolare del Presidente Internazionale, dove si presenta questa iniziativa.

Santuario PontevedraIl Santuario del Cuore Immacolato di Maria, conosciuto come il Santuario delle Apparizioni, a Pontevedra, in Spagna, è strettamente associato alla storia e al messaggio di Fatima. Qui, nell'ex convento delle Dorotee, Lucia, la più grande dei veggenti di Fatima, ricevette la visita della Vergine Maria e del Bambino Gesù, nella propria cella - ora trasformata in Cappella - il 10 dicembre 1925.

porta abertaLa Madonna chiese l'introduzione della devozione dei Primi Cinque Sabati, come atto di riparazione verso il Suo Cuore Immacolato. Negli anni l'antico edificio si è deteriorato e ora è urgente attuare dei restauri per preservare questo luogo sacro delle apparizioni e la sua spiritualità.

La Conferenza Episcopale Spagnola è responsabile del coordinamento e della supervisione di tali sforzi. I costi sono molto alti! Le donazioni raccolte dalla Segreteria Internazionale dell'Apostolato Mondiale di Fatima verranno consegnate alla Conferenza Episcopale entro la fine dell'anno. Contiamo sul vostro generoso contributo!

Le donazioni potranno essere effettuate tramite bonifico a:

Assoc. Apostolado Mundial de Fátima - SI
Banca EuroBIC – Fátima
IBAN: PT 50 0079 0000 2658 9082 1016 5
SWIFT codice: BPNPPTPL
Causale: “Donazione Pontevedra”

L'obiettvo è che per il 2025, quando ricorrerà il Centenario delle Apparizioni di Pontevedra, il Santuario del Cuore Immacolato di Maria sarà provvisto di tutto quanto necessario per accogliere in maniera dignitosa tutti i pellegrini che lo visiteranno. Siamo dunque generosi! E ricordiamo la promessa della Madonna a Fatima: “Alla fine il Mio Cuore Immacolato trionferà”

Logotipo centenario

AIS ITIn tutto il mondo i bambini pregheranno il Rosario il 18 ottobre. Questa iniziativa di preghiera della Fondazione “Aiuto alla Chiesa che soffre” vuole ravvivare la fede nel potere della preghiera. Questa campagna mondiale per ricordare le parole della Madonna a Fatima che la fanciullesca, fiduciosa preghiera del Rosario può davvero cambiare il mondo, sconfiggere il male e portare la pace.

L'Apostolato Mondiale di Fatima, come in passato, è partner di questa iniziativa, aiuta a diffonderla e invita i propri membri, famiglie, parrocchie, catechisti, insegnanti a pregare il Rosario insieme ai bambini il 18 ottobre, per la pace e l'unità del mondo.

Pregare il Rosario con i bambini rafforzerà l'unione nella Chiesa e tra i popoli. Siamo tutti chiamati a formare un'unica famiglia superando i confini, uniti nella preghiera. Dalla preghiera nasce l'amore verso Dio e il prossimo. Il Rosario apre i nostri cuori ad aiutare concretamente i perseguitati, i bisognosi e i poveri nei quali c'è Cristo sofferente.

In questo giorno, i bambini reciteranno il Rosario anche nella Cappella delle Apparizioni a Fatima, in Portogallo, in unione con i molti altri bambini del mondo.  

EWTN broadcast ad 2021Il prossimo 13 ottobre, anniversario dell'ultima apparizione della Madonna a Fatima, avrà luogo la 19esima edizione dell'Annual Worldwide Children and Youth of the Eucharist program (il programma annuale per i bambini e i giovani dell'Eucaristia), trasmesso da EWTN (https://www.ewtn.com/) in più di 150 Paesi attraverso i propri canali in spagnolo e in inglese.

Il programma prevede la celebrazione della Santa Messa e l'Adorazione del Santissimo Sacramento da parte dei bambini e dei giovani con l'intenzione di offrire riparazione per i peccati dell'umanità, per la fine della pandemia, per la conversione dei poveri peccatori, per la pace nel mondo e il trionfo del Cuore Immacolato di Maria promesso a Fatima. I bambini affideranno se stessi e le proprie famiglie al Cuore Immacolato di Maria e con essi tutti i bambini, i giovani e le loro famiglie.

L'Apostolato Mondiale di Fatima, ancora una volta, parteciperà all'evento, in tutti i luoghi dove è presente, rendendo omaggio a Nostra Signora di Fatima con questo bouquet di fiori spirituali, ispirato dai Santi Francesco e Giacinta Marto. Troverete qui  il Messaggio del Presidente Internazionale per la giornata.  

In un video prodotto dal Santuario di Fatima per la serie "Volti di Fatima", Nuno Prazeres, direttore della Segreteria Internazionale dell’Apostolato Mondiale di Fatima, parla dell’importanza dei viaggi della Statua della Madonna Pellegrina di Nostra Signora di Fatima nel mondo. 

Ospite di un altro video della seria "Volti di Fatima", che ogni mese presenta i volti che integrano la mostra temporanea del Santuario di Fatima, Nuno Prazeres presenta in questo episodio la statua della Madonna Pellegrina di Fatima come "volto di una Chiesa missionaria".

“Oggi come ieri, Maria continua a raggiungere in fretta i luoghi dove viene chiamata. Diventa una pellegrina in viaggio per le strade del mondo, portando consolazione e speranza ai cuori di una umanità sempre più ferita e affaticata, una umanità in cerca di pace. Ma Ella non si impone mai! Ogni visita in ciascun Paese è il risultato di un invito, di un desiderio pastorale spesso maturato nel corso di mesi o anche anni”, racconta, intuendo un "riconoscimento dell’importanza del messaggio di Fatima" nelle "numerose richieste di visite della Statua della Madonna Pellegrina".

Partendo dalla mappa del mondo in legno dipinto del 1956, esposto alla mostra, che descrive i primi viaggi della Statua Pellegrina, Nuno Prazeres rivisita alcuni dei pellegrinaggi più iconici compiuti dalla Statua, in quasi 75 anni.

“Negli ultimi nove anni di pellegrinaggi, come possiamo vedere da questa mappa del mondo, la Statua ha percorso più di mezzo milione di chilometri ed è stata accolta da più di 300 milioni di persone. In Europa, durante questo periodo, la Madonna ha viaggiato quale simbolo di pace, per ispirare unità e solidarietà tra le nazioni all’indomani di una guerra mondiale che aveva causato divisioni e distrutto tante vite” ricorda.

Il video evoca anche i famosi 'voli della pace’ che hanno trasportato la seconda statua della Madonna Pellegrina nella visita a tanti Paesi, in vari continenti, sotto l’Apostolato Mondiale di Fatima, un movimento fondato negli Stati Uniti d’America da Monsignor Harold Colgan e John Haffert, volti anch’essi presenti nella mostra temporanea del Santuario di Fatima.

La mostra “I volti di Fatima – Immagini di un luogo spirituale" è visitabile fino al 15 ottobre 2022, presso il Convivium di Sant’Agostino, al piano più basso della Basilica della Santissima Trinità, ed è visitabile gratuitamente ogni giorno dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18 (www.fatima.pt)

Papa Francesco ha proclamato un “Anno di San Giuseppe” dall’8 Dicembre 2020, Solennità dell’Immacolata Concezione, fino all’8 dicembre 2021. Tale decisione, che coincide con il 150esimo anniversario della proclamazione di San Giuseppe a Patrono della Chiesa Universale da parte di Papa Pio IX, è una opportunità per volgere il nostro sguardo su San Giuseppe e pregarlo, come modello di padre amorevole e obbediente, che nonostante la sua presenza discreta e nascosta, ha avuto un ruolo incomparabile nella Storia della Salvezza.

Riflettere sulla figura di San Giuseppe, in particolare in questo periodo di pandemia, può rafforzare la nostra fede e ispirare le nostre azioni. Molti stanno facendo sacrifici nascosti per proteggere gli altri, proprio come San Giuseppe ha silenziosamente protetto Maria e Gesù e si è preso cura di loro.

Nel Messaggio di Fatima, Dio ci chiama a volgere lo sguardo sulla Sacra Famiglia di Nazareth, particolarmente con l’apparizione del 13 ottobre 1917. Suor Lucia scrive nelle sue Memorie: “Sparita la Madonna nell’immensa distanza del firmamento vedemmo, accanto al sole, S. Giuseppe col Bambino e la Madonna, vestita di bianco, con un manto Azzurro. San Giuseppe e il Bambino sembravano benedire il mondo, con alcuni gesti in forma di croce tracciati con la mano.”

Questa visione ci ricorda che nei tempi più difficili dovremmo rivolgerci alla Sacra Famiglia per trovare ispirazione per le nostre vite. In particolare, possiamo chiedere l’aiuto di San Giuseppe, il capo di quella famiglia, il protettore e colui che provvedeva al sostentamento della Sacra Famiglia.

L’Apostolato Mondiale di Fatima, che annovera San Giuseppe tra i propri Patroni, con una statua di San Giuseppe con il Bambino che svetta sulla Domus Pacis, la sede internazionale dell’Apostolato, invoca la sua potente intercessione per rafforzare le famiglie, la Chiesa, il nostro Apostolato, e gli chiede di benedire il mondo con la Pace di Cristo.